Il passo dello Spluga si trova sul confine italo-svizzero, e rappresenta uno dei più importanti valichi dell’arco alpino che mette in collegamento le Alpi Occidentali e le Alpi Orientali. Il passo dello Spluga in moto è un percorso che non può mancare nella tua collezione, poiché offre bellissimi paesaggi di una natura molto variegata dove potrai mettere alla prova le tue abilità da motociclista.

Il passo dello Spluga tra Valchiavenna e Splügen prevede ben 72 tornanti, cerca di non farti venire il mal di testa tra una sgommata e l’altra tra le curve del percorso! Il passo riveste anche una notevole importanza storica poiché, secondo alcuni reperti archeologici dell’età della pietra, rappresentava il transito più agevole per andare da una parte all’altra delle Alpi. Uomini della preistoria, Romani, signori del Medio Evo ed i Francesi di Napoleone utilizzarono il passo per i loro spostamenti, perciò nel corso della storia ha rivestito un ruolo strategico di fondamentale importanza. Prima di conoscere il passo dello Spluga ti rivelo una piccola curiosità: Spluga deriva dal termine latino “spelunca”, cioè grotta. Nella zona ci sono infatti diverse caverne dove vive la fauna selvatica, in modo particolare orsi.

Come raggiungere il passo dello Spluga

Hai già voglia di sgasare a manetta sul tuo “cavallo” motorizzato? Allora preparati, andiamo a scoprire l’itinerario del passo dello Spluga. Il percorso inizia da Montespluga, dove dovrai imboccare la SS36 del Lago di Como e dello Spluga.

Lago di Montespluga

Solitamente la strada è chiusa da novembre fino a maggio, ma nei mesi estivi è piuttosto facile e divertente da percorrere, grazie ai numerosi tornanti e deviazioni che rendono il tragitto molto “tecnico” con una pendenza massima del 10%. Dopo aver oltrepassato il confine arriverai nel territorio dello Splügen, dove potrai fare una sosta al rifugio di Berghaus Splügenpass. Inizia poi la discesa che ti porterà in terra svizzera, costeggiata dal torrente Huschrenbac che ti farà compagnia col suo romantico scroscio, in una natura a tratti dolce e a tratti selvaggia, ma comunque affascinante. Dopo una ventina di chilometri arriverai a Splügen dove termina il nostro viaggio.

3 cose da vedere al passo dello Spluga

Oltre ai bellissimi panorami immersi nelle Alpi ti indicherò cosa vedere al passo dello Spluga. In Valchiavenna c’è il santuario della Madonna della Misericordia di Gallivaggio, dove si racconta che la Vergine apparve a due ragazzine il 10 ottobre del 1492. Dopo pochi chilometri si arriva a Campodolcino, dove c’è il torrente Rabbiosa caratterizzato dai suoi poderosi argini di pietra davvero affascinanti. Da non perdere infine Piuro, un paesino poco fuori Chiavenna soprannominato la “Pompei del Nord”, dove una gigantesca frana nel 1618 invase completamente il paese. Potrai visitare Palazzo Vertemate Franchi, l’unico edificio rimasto in piedi, dove ammirare le bellissime stanze intarsiate ed affrescate, gli orti, il vigneto, il giardino, la chiesa privata, ecc.

Altri itinerari adiacenti al passo dello Spluga

Una volta che sei arrivato a destinazione, puoi scorrazzare ancora con la tua moto lungo i bellissimi sentieri adiacenti al passo dello Spluga. Puoi concederti una fantastica escursione da Guggernull al Piz Curvér, magari passando per le meraviglie di Davos e Chur in direzione nord; in alternativa puoi andare in direzione sud verso Bellinzona, Locarno e Lugano, bellissimi posti dove ammirare laghi, fiumi e tante altre meraviglie della natura.

Passo dello Spluga in moto: consigli utili

Prima di partire informati se il passo dello Spluga è aperto, poiché nel periodo invernale in occasione di abbondanti nevicate solitamente la zona viene chiusa. Nei periodi estivi la temperatura del passo dello Spluga è piuttosto “frizzante”, ti consiglio quindi un vestiario abbastanza pensante ma “a cipolla”, per non sudare eccessivamente. Il percorso presenta molti tornanti ma non è particolarmente impegnativo, cerca però di tenere sempre gli occhi sulla strada, magari con una mappa del passo dello Spluga in tasca. Infine se hai deciso di passare un weekend o più giorni in queste bellissime zone, ti suggerisco di informarti sui rifugi e sugli hotel del passo dello Spluga.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Voti: 4 Media Voto: 5]
Sono un appassionato di viaggi in moto, d'inverno mi piace scendere per le piste con il mio snowboard e fin dall'infanzia sono un fanatico del web. Ah, dimenticavo: polenta e salsiccia mi accompagnano durante tutto l'anno ;)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here