Nella provincia di Brescia sorge uno dei valichi alpini più apprezzati delle Alpi Centrali. Si tratta del passo Crocedomini, capace di risvegliare tutta la passione dei motociclisti per il suo paesaggio mozzafiato. L’impatto naturalistico è uno dei suoi massimi punti di forza. Se scegli l’itinerario giusto, puoi immergerti fino in fondo in un’esperienza davvero unica, tra le Alpi Retiche e le Prealpi bresciane. Segui la strada e vedrai che ci saranno tanti motivi per divertirsi e rilassarsi.

Dove si trova il passo Crocedomini

Prima di partire per il tuo lungo viaggio ed entrare in massima simbiosi con la tua moto, ti mostro dove è situato il passo Crocedomini. Conosciuto anche come Croce Dominii o, nell’antichità, come Crux Dominii e Crus Domine, esso sorge nel comune di Breno e nei suoi pressi si trova un comodo rifugio. Come già accennato in precedenza, serve a collegare le Alpi Retiche e le Prealpi, nelle vicinanze della Val Trompia, della Val Canonica e della Val Sabbia. Un luogo totalmente immerso nella montagna e in una natura incontaminata, capace di creare forti suggestioni in tutti coloro che manifestano l’intenzione di attraversarlo.

Sterrato Passo Crocedomini in Moto

Prima di partire e rischiare di fare un viaggio a vuoto, controlla l’apertura del Passo Crocedomini su questo sito!

Un’ottima idea sarebbe controllare le webcam poste vicino al Rifugio Crocedomini ma al momento che scrivo questo articolo non sono operative.

Due itinerari tutti da seguire

Ma ora ti invito a scoprire insieme a me due dei principali itinerari che ti conducono lungo il passo Crocedomini in moto.

Itinerario Idro – Passo Crocedomini – Edolo

La tua strada parte da Idro, località famosa soprattutto per la presenza dell’omonimo lago. Prendi la SP58 e prosegui per via Segore, fino ad arrivare a Ponte Caffaro e avvicinandoti proprio al lago di Idro. A questo punto, puoi iniziare la tua scalata verso la cima del Crocedomini, fissata ad un’altezza che sfiora i 1900 metri. Puoi sbizzarrirti grazie ad una pendenza massima che tocca l’11%. Transita lungo Bagolino e Valle Dorizzo e fermati un po’ a bordo del tuo mezzo a due ruote per ammirare un panorama davvero memorabile.

SP345 Sterrata

Raggiungi poi Breno e prosegui lungo la SS42, in direzione nord. Il tuo obiettivo è quello di raggiungere la cittadina di Edolo, affacciandoti sulla suggestiva Val Canonica e scoprendo il suo forte impatto sia dal punto di vista naturalistico, che sotto l’aspetto paesaggistico. La distanza complessiva del percorso è di circa 100 chilometri e l’arrivo ad Edolo sarà per te sicuramente una grande soddisfazione, con l’opportunità di scoprire anche le montagne circostanti.

Itinerario Anfo – Passo Baremone – Passo del Maniva – Passo Crocedomini – Anfo

A differenza del primo, questo è un itinerario ad anello del Passo Crocedomini da poter affrontare solamente con moto da enduro o maxienduro. Infatti, la strada che collega il Passo Baremone al Passo del Maniva è una ex strada militare non asfaltata poco protetta ai bordi.

L’itinerario parte da Anfo, città sul Lago di Idro, e ritorna ad Anfo dopo circa 73 km.

Da Anfo si segue per Via S. Petronilla, una strada panoramica a salire piena di tornanti, fino ad arrivare al Rifugio Rosa e quindi al Passo Baremone. Da qui si prosegue per Via Passo Maniva, strada in parte sterrata ed esposta, senza protezioni a lato strada. Non temete però! La strada è fattibile, anche in due sulla stessa moto, con un po’ di pazienza 🙂

Passo Baremone sterrato

Finito il tratto in sterrato spunterete fuori sul Passo Maniva! Se sarete partiti da lontano potrete pensare di fare uno spuntino al Albergo Ristorante Dosso Alto, situato proprio in cima al passo (impossibile non notarlo alla fine della strada sterrata!).

Dopo un bel piatto di polenta, sei pronto per ripartire? Il Crocedomini ti aspetta in sella alla tua moto!

Dosso dei Galli in moto

Dal Ristorante Dosso Alto, prosegui per la SP345 passando per il Passo Dasdana e il Passo Ravenola, entrambi ancora su strade asfaltate. Proseguendo sulla strada (se sei su quella giusta eheheh) noterai sulla destra la Stazione Troposcatter della NATO. Dopo qualche fotografia (il panorama è veramente incantevole) prosegui per la SP345. Ad un certo punto la strada asfaltata terminerà e inizierà lo sterrato per il Passo Crocedomini. Quindi, senza nessuna deviazione fino al arrivare al Rifugio Passo Crocedomini. Se non hai mangiato prima, ora puoi farlo in tutta serenità 🙂

La parte più bella dell’itinerario è passata, ora bisogno ritornare ad Anfio, magari non ripetendo la stessa strada. Allora al rifugio deviamo per la SP669 direzione Valle Dorizzo e Bagolino. Seguiamo la strada seguendo le indicazioni per Anfo e Lago d’Idro per tornare al punto di partenza e chiudere il cerchio. Il giro è terminato, ti consiglio una siesta sul lago per far riposare te e la tua moto.

Qui sotto puoi trovare la mappa del Passo Crocedomini con indicati i due itinerari da fare in moto.

Buon divertimento e buon viaggio!

I maggiori punti di interesse della zona

La zona del passo Crocedomini ti offre numerose opportunità per immergerti in luoghi da urlo. Uno di questi è sicuramente il già menzionato lago d’Idro, ma puoi anche dare una rapida occhiata alla cittadina di Anfo, che conta meno di 500 abitanti e si trova nei pressi del torrente Re. Scopri anche la valle Dorizio, situata nel comune di Bagolino, un borgo medievale davvero carino ed accogliente. Dopo aver ammirato il fiume Oglio e tutto ciò che lo circonda, ti può interessare anche il percorso del parco Coren de le Fate.

Qui puoi scoprire nuovi segreti della civiltà camuna, con i suoi reperti archeologici divenuti Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco. Infine, ti consiglio di ammirare tutto il territorio dello Stelvio, ovviamente facendoti un bel giretto in moto fino ad avvicinarti al confine con la vicina Svizzera.

I passi più suggestivi nelle vicinanze del Crocedomini

Ovviamente un luogo meraviglioso come il passo Crocedomini è circondato da numerose vie molto suggestive. Ti basta muoverti di pochi chilometri per raggiungere il passo Maniva, nel bel mezzo delle Prealpi Bresciane. Puoi arrivarci dopo essere transitato per la cosiddetta strada delle Tre Valli e costituisce una delle mete più interessanti di tutta la Lombardia. Non molto lontano c’è il famoso passo del Mortirolo, meta ambita da tutti i ciclisti e sede di numerosi passaggi durante il Giro d’Italia.

Infine, se ami il territorio, ti consiglio di ripartire da Edolo ed attraversare Ponte di Legno e Bormio. In questo itinerario alternativo, il tuo obiettivo è arrivare fino alla cima dello Stelvio. Se non hai alcuna voglia di fermarti, arriva fino al Grigioni italiano, inserito già nel territorio svizzero. Come puoi vedere, le chance per immergerti in una natura senza confini non mancano!

Ti è piaciuto l'articolo?
[Voti: 13 Media Voto: 4.5]
Sono un appassionato di viaggi in moto, d'inverno mi piace scendere per le piste con il mio snowboard e fin dall'infanzia sono un fanatico del web. Ah, dimenticavo: polenta e salsiccia mi accompagnano durante tutto l'anno ;)

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here