Se vuoi sfuggire alla calura estiva e partecipare ad uno degli eventi più esclusivi del mondo dei biker non puoi certo mancare all’appuntamento con il motoraduno Stella Alpina. Si tratta del motoraduno più alto d’Europa con i 3.000 metri di quota del Colle Sommelier, un itinerario mozzafiato ed immerso nella natura selvaggia delle Alpi. Da decenni occorrono da ogni parte d’Europa appassionati motociclisti che popolano nel corso del raduno le strade sterrate della Val di Susa.

La nascita del motoraduno Stella Alpina si deve a Mario Artusio, appassionato di moto e di motori che oltre 54 anni fa scalò in “off road” il monte più alto d’Europa. Artusio decise di creare un incontro oltre i 3.000 metri interamente dedicato agli amanti delle moto, dando vita così ad una bella giornata di passione e di amicizia che è arrivata fino ai giorni nostri. La relativa vicinanza alle città ed i paesaggi mozzafiato che ristorano corpo e anima hanno reso questa zona un punto di ritrovo annuale per i motociclisti che si danno appuntamento qui nella natura incontaminata dove il tempo sembra essersi fermato.

Dove e quando

motoraduno stella alpina dove e quando

Quando si tiene il motoraduno Stella Alpina?
L’evento, giunto ormai alla sua 54esima ediziona, si tiene il secondo sabato e la seconda domenica di luglio e quindi calendario alla mano quest’anno (nel 2019) si svolgerà il 13 ed il 14 luglio. Il punto di incontro è a Bardonecchia nel Vallone di Rochemolles dove migliaia di motociclisti festanti si incontrano con l’unico scopo di divertirsi, stare insieme, scambiarsi pareri e consigli e onorare le due ruote.

Il programma

motoraduno stella alpina programma

Il programma 2019 del motoraduno Stella Alpina non è stato ancora stilato ma in genere ricalca sempre quello degli anni precedenti.

Si comincia il sabato con l’apertura del Picreaux Base Camp verso le 15:00 con grigliate, tanta birra e musica. Si tratta di un momento di pura convivialità dove conoscere altri biker tra salsicce e brindisi in una distesa verde nel bel mezzo della Val di Suso. Il sabato sera si aprono le danze con il Live Music a partire dalle 20:00 quando viene sparata musica a manetta per passare una serata in allegria con nuovi e vecchi compagni.

La domenica mattina alle 9:30 è prevista la benedizione delle moto presso la chiesa di Sant’Ippolito a Borgovecchio e successivamente alle 9:45 inizia la sfilata per le vie del paese in direzione del Colle Sommeiller. Alle 11:30 ogni anno è in programma la commemorazione dei soldati italiani morti sotto una valanga al Picreaux nel 1931. Dal 2016 è stato introdotto il 1° Memorial Mario Artusio che quest’anno raggiungerà la quarta edizione. La giornata si chiude alle 13:00 con una polentata ad opera del gruppo ANA Bardonecchia, dopodiché puoi decidere di tornare a casa oppure goderti la giornata fino in fondo se il tempo permette. Gli orari potrebbero cambiare in base alla disponibilità degli organizzatori e saranno definitivi solo dopo la pubblicazione ufficiale del calendario del motoraduno Stella Alpina.

I nostri consigli

Se hai intenzione di goderti entrambi i giorni del motoraduno portati una tenda da moto resistente e adatta alle temperature basse. Anche se l’evento si svolge a luglio siamo pur sempre oltre i 3.000 metri, quindi assicurati che la tenda garantisca la protezione adeguata e che sia grande a sufficienza per ospitare il numero di persone desiderate. La multicolorata tendopoli viene allestita nel pianoro delle Grange du Fond in prossimità del Rifugio Scarfiotti di fronte alle spettacolari cascate dove godersi una vista mozzafiato.

Puoi portarti il pranzo a sacco da casa oppure gustarti una deliziosa salsiccia con polenta, che da queste parti è un “must”, accompagnata magari da uno squisito formaggio prodotto con latte di mucca fresco e genuino. Fermandoti presso un locale o un ristorantino che incontri sulla strada con poco più di 10 euro puoi concederti un pasto nutriente e soddisfacente.

Qualche consiglio relativo alla sicurezza: anche in “off” mantieni quanto più possibile la destra poiché ognuno cerca la traiettoria migliore ed il rischio di incidenti nelle curve cieche è molto alto. Infine più che un consiglio una regola di civiltà: non lasciare carte, mozziconi di sigaretta o altri oggetti a terra e tratta con rispetto questo incantevole luogo che offre ai biker l’opportunità di vivere una giornata all’insegna dell’allegria e della spensieratezza tra scorci paesaggistici mozzafiato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Voti: 2 Media Voto: 5]
Sono un appassionato di viaggi in moto, d'inverno mi piace scendere per le piste con il mio snowboard e fin dall'infanzia sono un fanatico del web. Ah, dimenticavo: polenta e salsiccia mi accompagnano durante tutto l'anno ;)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here