Il fascino della Honda XR 600 R è un qualcosa che affonda le sue radici da lontano. Nasce nel lontano 1985 come evoluzione del modello precedente XR 500 R e stabilisce subito una linea ed una filosofia che piace e che attrae, sopratutto i giovani con la sua durezza e con la sua muscolosità decisamente non vestita o ammorbidita.

Nel 1988 si ridefinisce ancora adottando un singolo carburatore Keihin al posto dei due precedenti, mentre il suo peso complessivo viene ridotto di 5 chilogrammi con un buon impatto sulla sua agilità e manovrabilità.

Anche il motore viene in parte rivisto, o meglio migliorato: la canna del cilindro viene sottoposta al pregiato trattamento in Nikasil (lega di nichel e silicio che garantisce valori di attrito più bassi e quindi maggiori regimi di rotazione, nonché maggiore longevità del motore stesso), mentre la testata viene derivata da quella della Dominator.

Altra importante modifica è relativa alla ciclistica con l’introduzione del cerchio posteriore da 18 pollici con pneumatico 110/100.

Nel 1991 viene invece introdotta la forcella a cartuccia da 295 mm di escursione e finalmente anche il freno posteriore a disco da 220 mm. Nello stesso anno viene anche reso disponibile un kit ufficiale da parte della Honda per poter maggiorare la cilindrata fino ai 630 cc, grazie ad un alesaggio da 100 mm anziché 97 e grazie anche ad un pistone ad alta compressione ed albero a camme con alcune modifiche volte a snellirlo e velocizzarlo.

Honda XR 600 R 1991 Bianca

Con il ritorno della bella stagione si sà, l’amante delle due ruote si risveglia dal letargo dell’inverno. Molteplici sono le specie di motociclista che fremono in attesa del vento caldo estivo e del sole che fa ribollire i tornanti d’una strada di montagna o i terreni ombreggiati d’un percorso sterrato.

Ognuno ha la sua vocazione sulle due ruote, ma chi ama divertirsi e non ama troppi fronzoli sulla sua moto e cerca una guida divertente e diretta allora l’Honda XR 600 R potrebbe rappresentare ancora una scelta più che valida.

Scheda Tecnica Honda XR 600 R

Ecco la scheda tecnica della Honda XR 600 R da cui potrai estrapolare i dati principali e più significativi.

Scheda Tecnica
Marca Honda
Modello XR 600 R
Cilindrata 591 cc
Cilindri 1
Serbatoio 10 lt
Consumi
Peso 122 kg
Potenza 38 cv
Dim. Ruote 21 ant. / 18 post.
Produzione 1985 – 2000
Prezzo Nuova Fuori produzione
Prezzo Usata da € 1.800

Opinioni

Cosa dicono colore che hanno provato la Honda XR 600 R, coloro che hanno potuto testare con polso quelle che sono le qualità di una moto del genere.

Certamente chi si avvicina ad una tipologia di due ruote così strutturata è quel tipo di cliente che mira diretto alla sostanza del mezzo; è colui che apprezza maggiormente i lati sostanziali che non i piccoli espedienti elettronici che rendono la moto più facile e morbida. La Honda XR 600 R non vuole essere una moto “morbida”, tutt’altro.

Già solo la messa in moto ti fa capire che si tratta di una due ruote pura, da enduro, d’avventura. La messa in moto, infatti, è solo a pedale: un bel “calcio” e il pistone comincia a correre. Solo dalla messa in moto si intuisce subito che si tratta di un mezzo diretto senza fronzoli; o lo si ama o lo si odia, ma chi ha intenzione di godersela sullo sterrato o su strade di montagna o in campagna finirà quasi sicuramente per amare la sua sincerità.

L’impianto elettrico è altrettanto semplice, sempre per aderenza concettuale alla filosofia che ispira la moto stessa e cioè l’essere nuda e cruda una moto da enduro per veri intenditori.

Consumi

Insomma l’attrattività di questa due ruote è un qualcosa di tangibile si dal momento della sue nascita ed è rimasto invariato sino al 2000 anno che rappresenta l’ultimo della sua produzione.

La XR 600 R nell’arco degli anni e attraverso la sua evoluzione ha sempre mantenuto una linea decisa, ferma e convinta. Nasce con l’intento di rappresentare un moto da enduro pura e senza sovrastrutture inutili, e nel corso degli anni e attraverso i suoi passaggi evolutivi ha avuto il grande merito (non sempre facile nel mondo dei motori) di continuare a piacere e migliorarsi rimanendo, però, fedele completamente a quella filosofia d’ispirazione che ha dato vita ad un modello così ben pensato e così ben strutturato.

Honda XR 600 R Leggera sollevata

La Honda xr 600 r è una moto solida che nel tempo è andata ha risolvere alcuni problemi e debolezze che aveva sia al cambio che al carburatore riuscendo a definirsi come una due ruote divertente, sostanziosa ed appagante nella guida, e spesso definita da coloro che l’hanno guidata come una moto d’eccellenza per l’enduro; per chi ama avere una moto che estremamente duttile.

Classificata come enduro, in realtà la Honda XR 600 R riesce ad adattarsi a tutti i tipi di terreno. La resa del suo propulsore è ovviamente in linea con la categoria per quanto riguarda potenza in rapporto ai consumi, che risultano assolutamente nella media.

Questo rappresenta un altro punto a suo vantaggio, e cioè la possibilità di poterla usare veramente ovunque: nei fatti è possibile rintracciare anche modelli che con pochi aggiustamenti sono stati poi utilizzati per percorsi da vero e proprio cross estremo.

Difetti

La Honda xr 600 r rappresenta quindi la scelta ideale per chiunque sia appassionato del genere enduro, gli unici difetti riscontrabili dopo i tanti pregi elencati si risolvono davvero in poco o nulla.

Il carburatore forse un po’ delicato e necessita di manutenzione regolare, e l’altezza della sella. Questa, infatti, risulta leggermente bassa. Se da un lato è un vantaggio perché garantisce baricentro basso e maggiore agilità nelle pieghe e nei cambi di direzione, dall’altro, però, la rende un poco meno attraente per coloro che supera il metro e novanta.

Altro difetto che però risulta a ben vedere un pregio è l’assenza di un’avviamento elettrico. Scelta, come sopra detto, in linea però con la sua filosofia costruttiva e che la rende, forse, ancor più “selvaggia” nonostante questa sua “mancanza”.

Certamente è una moto ormai di qualche hanno fa’, ma sono ancora in tantissimi alla ricerca di modelli disponibili sul mercato. Di fatti per quanto riguarda la componentistica i pezzi di ricambio e qualche accessorio, la Honda XR 600 R trova ancora un mercato sufficientemente ricco da non fare pesare assolutamente la sua età.

Honda XR 600 R 1987

Una moto che è piaciuta davvero tanto e che continua a piacere per la sua filosofia scarna, incentrata solamente su piacere di guida, e su quelle piccole, ma grandi, sensazioni che è ancora in grado di offrire a tutti gli amante del genere.

Insomma, un pensierino ce lo si potrebbe proprio fare.

Accessori

Con alle spalle una storia del genere la Honda XR 600 R non poteva certo cadere nel dimenticatoio, anzi, tutt’altro. É sufficiente, infatti, fare una piccola ricerca anche sul web o andare sui centri specializzati per poter trovare qualsiasi tipo di ricambio o accessorio sia da un punto di vista della personalizzazione della moto sia proprio per quanto riguarda i ricambi stessi che per una enduro hanno fisiologicamente una vita un po più breve causa l’intenso uso a cui vengono sottoposte.

É possibile trovare ammortizzatori, forcelle, serbatoio maggiorato, paramani, paramotore, fari supplementari moto, insomma, veramente di tutto, ed in questo senso potete pur stare tranquilli.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Voti: 36 Media Voto: 4.3]
Sono un appassionato di viaggi in moto, d'inverno mi piace scendere per le piste con il mio snowboard e fin dall'infanzia sono un fanatico del web. Ah, dimenticavo: polenta e salsiccia mi accompagnano durante tutto l'anno ;)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here